Diete Personalizzate

L’alimentazione svolge un ruolo fondamentale per ottenere un buono stato di salute e ridurre il rischio di patologie. Per godere dei benefici di una nutrizione corretta è importante che questa venga seguita nel tempo, e non solo per brevi periodi. Da qui l’importanza dei piani nutrizionali personalizzati, che terranno conto del vostro stile di vita e dell’obbiettivo da raggiungere. Personalizzato perché una dieta deve poter essere seguita nel tempo. Si tratterà di conoscere i vostri gusti, le vostre abitudini, eventuali intolleranze e patologie, esigenze particolari e vita sociale, per elaborare un piano alimentare che vi permetta stare meglio senza troppe rinunce. Le diete saranno personalizzate anche in base al vostro fisico. Per questo verranno utilizzate le misure prese durante la visita: altezza, peso, metabolismo basale, massa magra, massa grassa, idratazione, ritenzione e circonferenze.

Sportivi Amatoriali e Agonisti

Il compito del nutrizionista sportivo è quello di massimizzare l’efficacia degli allenamenti grazie all’alimentazione. L’allenamento non è sufficiente se non accompagnato da sane abitudini a tavola. Spesso ci si allena duramente ma i risultati tardano ad arrivare. Il grasso non diminuisce e la massa muscolare non aumenta, nonostante gli allenamenti intensi. Ci si sente stanchi ed affaticati e la voglia di allenarsi diminuisce. In nutrizionista sportivo può creare una dieta adatta per farti raggiungere gli obbiettivi preposti e ritrovare il piacere di allenarti. I piani nutrizionali saranno aggiornati con le più recenti scoperte scientifiche grazie all’esperienza acquisita durante il precorso di studi, i continui corsi di aggiornamento e la collaborazione come Nutrizionista con diverse palestre: Palestre Orange Torino, Palestra New Gym Sport di Venaria Reale, Scienze Motorie Lab ad Ivrea. L’alimentazione deve essere specifica per il tipo di sport praticato ed il livello raggiunto. Deve colmare le lacune personali bilanciando in modo corretto macro e micro nutrienti, riducendo i tempi di recupero e ottimizzare gli allenamenti.

Chi contatta un nutrizionista sportivo:

  • Chi pratica attività fisica in modo leggero, per tenersi in forma e curare il proprio corpo.
  • Sportivi alla ricerca di una dieta corretta per perdere peso senza rischiare carenze nutrizionali.
  • Bodybuilder amatoriali e professionisti che cercano una dieta per incrementare la massa muscolare senza aumentare la massa grassa.
  • Atleti agonisti che mangiano in modo corretto ma hanno bisogno di correggere piccole abitudini sbagliate, per massimizzare gli allenamenti e ridurre i tempi di recupero tra gli allenamenti molto serrati. Seguo professionisti provenienti da diversi sport: corsa e Trail, ciclismo, sci, triathlon, Spartan Race e OCR, danza, atletica leggere, Crossfit ecc..
  • Crossfitter che cercano diete specifiche per migliorare forza, resistenza e agilità. Il Crossfit è uno sport particolare e poliedrico, dove mangiare in modo corretto è essenziale per mantenere forza e resistenza senza appesantirsi. Seguo atleti provenienti da diverse palestre di Torino e provincia, in particolare dalla palestra NEW GYM Sport di Venaria Reale

Diete Snellenti e Depuranti

Per chi non ha particolari problemi di peso, ma ha solo voglia di rimettersi in forma e perdere pochi chili.

Le classiche diete restrittive e deprimenti non sono quello di cui si ha bisogno, anzi spesso vanno a peggiorare il problema . Questo perché si tratta di diete ipocaloriche che non tengono conto dei meccanismi biologici che regolano la perdita di peso.

Dopo aver perso pochi chilogrammi il peso si stabilizzerà rendendo difficile mantenere il peso raggiunto.

In questo caso la soluzione ideale è un piano alimentare personalizzato, la cui funzione sarà quella di depurare il nostro corpo da anni di alimentazione sbagliata e rimettere in moto il metabolismo.

Si parla di dieta metabolica. Con questo tipi di dieta, andando a mangiare in modo più ordinato ed eliminando gli alimenti che vi fanno stare male, perderete peso senza troppa fatica e vi sentirete più leggeri e lucidi.

Lo scopo di questi piani alimentari è di riattivare il metabolismo facendolo tornare quello di qualche anno prima, permettendovi di mantenere senza fatica il peso corretto. Semplicemente mangiando bene, senza eccessi ne restrizioni.

Bambini e Adolescenti

Per i bambini l’educazione alimentare è fondamentale. Le diete proposte terranno conto delle esigenze nutrizionali dei giovani, della crescita e dello studio. Inoltre inizieremo insieme un percorso di educazione alimentare, sia con il bambino che con la famiglia. Imparare a mangiare bene da piccoli è il miglior modo per non avere problemi di peso con il passare degli anni. Con i bambini non si parla propriamente di dieta, ma semplicemente di nutrizione corretta. Difficilmente un bambino seguirà da solo una dieta. Sarà anche compito della famiglia trasformare il mangiare bene in un gioco. Con gli adolescenti il discorso cambia. Sarà importante accompagnare i giovani in questa delicata fase, per evitare che sviluppino problemi con il cibo e con se stessi. L’educazione alimentare deve correggere abitudini sbagliate e radicate. La dieta diventa utile perché l’adolescente è più motivato e riuscirà a seguirla. Un alimentazione corretta migliorerà l’apprendimento, l’attenzione scolastica e l’umore.

Celiachia

La celiachia è una malattia che comporta l’infiammazione dell’intestino tenue. Viene scatenata dall’assunzione di glutine in soggetti predisposti geneticamente. Porta ad una distruzione dei villi intestinali i quindi a problemi di malassorbimento. I sintomi sono perdita di peso marcata e diarrea profusa. E’ una delle poche intolleranze alimentari per le quali esistono test diagnostici affidabili. Attualmente l’unica terapia è l’eliminazione del glutine. L’alimentazione senza glutine però non deve necessariamente corrispondere ad una dieta punitiva. Gli alimenti naturalmente privi di glutine sono tanti, basta conoscerli e saperli utilizzare. Attenzione a non abusare dei prodotti disponibili in commercio privati del glutine. Spesso sono arricchiti con zucchero e grassi saturi per migliorarne il sapore, causando aumenti di peso inspiegati. Quella di eliminare il glutine è diventata una moda anche per soggetti non celiaci. Spesso lo si elimina pensando che possa far ingrassare o gonfiare, quando invece il problema andrebbe ricercato nel consumo esagerato di altri alimenti. Il glutine è una proteina vegetale ad elevato valore biologico e se eliminato in modo scorretto il rischio è di sviluppare carenze o di aumentare il consumo di grassi saturi. Una dieta senza glutine può essere varia se fatta in modo corretto. Rivolgersi ad un esperto è importante, soprattutto per avere una dieta ben bilanciata e non rischiare carenze.

Condizioni Patologiche

Il compito del nutrizionista non è solo di aiutare le persone a perdere peso, ma soprattutto quello di migliorarne la salute. Una dieta sana e mirata riveste un ruolo fondamentale tra i fattori che riducono il rischio di sviluppare patologie come diabete, malattie cardiovascolari, problemi renali ed epatici, neoplasie e disturbi intestinali. Quasi sempre con l’alimentazione è possibile tenere a bada il disturbo o comunque rallentare il decorso della problematica. Ogni giorno vengono portati a termine nuovi studi sul binomio nutrizione e salute e un nutrizionista aggiornato saprà proporvi la soluzione migliore al vostro problema. Il diabete ad esempio può essere tenuto a bada con un regime alimentare personalizzato, mirato al calo di peso e al controllo dell’indice glicemico ad ogni pasto. Per le malattie cardiovascolari invece riveste un ruolo fondamentale il giusto bilanciamento tra grassi saturi, insaturi e polinsaturi. Per le problematiche renali è invece importante tenere basso il consumo proteico senza rischiare carenze o perdite eccessive di tono muscolare. Nel caso di neoplasie è indispensabile un alimentazione mirata al rallentamento della crescita tumorale grazie a varie strategie come il controllo ormonale, la restrizione calorica e il digiuno intermittente.

Gravidanza e Allattamento

Un alimentazione corretta durate la gravidanza è indispensabile per salvaguardare lo sviluppo del bambino e per non accumulare troppo grasso durante questi nove mesi. Spesso false credenze spingono le future mamme a fare scelte sbagliate, come mangiare troppo o consumare alimenti che invece andrebbero evitati. Non parliamo poi delle ricerche su internet, dove viene detto tutto e il contrario di tutto, creando ancora più confusione. Durante questo periodo così delicato è importante rivolgersi ad un esperto. Il Nutrizionista potrà formulare una dieta personalizzata, specifica per lo stato di salute della futura mamma e del bambino. La dieta terrà conto dello stile di vita, di eventuali carenze e problemi riscontrati durante la gravidanza, per correggerli. La dieta dovrà proseguire anche durante l’allattamento. In questo caso il nutrizionista è una persona di cui fidarsi che vi segua passo passo e che vi aiuti a scegliere gli alimenti più adatti per la crescita del bambino. Pochi sanno che durante l’allattamento i metabolismo di una donna accelera molto, quindi perché non approfittarne per buttare giù i chili mesi su durante la gravidanza. Assieme al piano alimentare per l’allattamento allegherò anche consigli e ricette utili ) per iniziare lo svezzamento del bambino, con gli alimenti che sarà possibile introdurre ogni mese.

Intolleranze alimentari

L’intolleranza alimentare è una reazione indesiderata del nostro organismo causata dal consumo di un alimento o parti di esso. E’ un fenomeno in aumento negli ultimi anni ed è causato da scelte scelte alimentari sbagliate e da alimenti sempre più lavorati dalle industrie. Spesso vengono scatenate dall’abuso di alcuni alimenti che causano un accumulo nocivo di sostanze che il nostro corpo non è in grado di smaltire abbastanza velocemente, come l’istamina o il nickel. Altre volte sono causate dall’inattivazione di alcuni enzimi digestivi, come quelli per il lattosio. Gli effetti sono molteplici e sono simili a quelli di un allergia. Sono vomito, nausea e problemi intestinali come gonfiore, inappetenza e dimagrimento eccessivo, cefalea, afte e problemi epidermici, insonnia e stanchezza cronica. Se vi capita di soffrire di uno di questi sintomi potrebbe trattarsi di un intolleranza Alimentare. A differenza di un allergia gli effetti sono più blandi e a volte è sufficiente ridurre l’alimento incriminato per eliminare le cause. l’intolleranza può essere temporanea e dopo un periodo di depurazione è possibile tornare a mangiare l’alimento, senza abusarne. Il primo rimedio in caso di sospetta intolleranza alimentare è di evitare di mangiare sempre gli stessi alimenti, cercando di avere una dieta varia e ricca. Qualsiasi alimento, se consumato in modo eccessivo, può causare un intolleranza, soprattutto quando il nostro organismo è pi debole (stress, malattie ecc..) Attenzione ai test per le intolleranze che vi verranno proposti. Sono test che analizzano centinaia di alimenti a partire da campioni ematici, saliva e capelli ecc.. Si tratta di test non validati scientificamente inventati per truffare persone disorientate. Attualmente gli unici test affidali vengono svolti in ospedale o laboratori accreditati e comprendono pochissime sostanze come glutine e lattosio. Attualmente il metodo migliore per scoprire un intolleranze alimentari è seguire una dieta a esclusione.

Sovrappeso e Obesità

Quasi la metà della popolazione italiana ha problemi di peso a causa degli errori che vengono commessi abitualmente a tavola. Spesso l’origine di questo problema risiede nell’eccessivo introito calorico, ma non solo. A volte la causa va ricercata nella qualità di cosa mangiamo. 100Kcal di zucchero hanno un effetto molto diverso rispetto a 100 kcal di cereali non raffinati. Nel corso dell’evoluzione abbiamo imparato a difenderci dalla scarsità di cibo (ma non dall’eccesso) grazie a complessi sistemi metabolici. Grazie alla conoscenza di questi meccanismi il nutrizionista è in grado di formulare una dieta corretta e personalizzata, che tenga conto dello stile di vita, del metabolismo e soprattutto che sia sana. La sensazione di benessere che ti darà il mangiare bene, senza eccessi ne restrizioni, sarà impagabile. Riuscirai a mantenere uno stile di vita corretto senza fatica e senza ingrassare.

Vegetariani e Vegani

La motivazione principale che spinge una persona ad aderire ad uno stile di vita Vegano e Vegetariano è di natura etico-ambientale. Si rinuncia ad alimenti di origine animale per il rispetto e l’amore verso gli animali e verso il nostro pianeta. Per combattere uno stile di vita sempre più ricco di alimenti ad elevato impatto ambientale che portano un enorme spreco di energia, acqua e altre risorse. Gli studi ormai concordano sul fatto che queste diete sono ottime per la salute. Sono ricche di grassi nobili e povere di grassi saturi. Sono ricche di cereali e legumi, ottima fonte di proteine e carboidrati a basso indice glicemico. Portano una una riduzione ei livelli di colesterolo, glicemia, circonferenza vita, pressione arteriosa e in generale ad un miglioramento generale dello stato di salute. Il rischio di queste diete è che, se fatte male, possono portare carenze e malnutrizione e addirittura farci male. Spesso vegetariani e vegani hanno problemi di sovrappeso dovuto all’eccesso di carboidrati. Oppure soffrono di carenze di di vitamina B12, vitamina D, calcio, ferro, acidi grassi omega 3. Bisogna inoltre prestare attenzione all’eccesso di antinutrienti, come i fitati o altre sostanze tossiche, che ostacolano l’assimilazione di sali minerali e altre sostanze indispensabili alla vita. Questi problemi possono esse facilmente risolti. I nutrienti possono comunque essere assunti attraverso alimenti di origine vegetale meno conosciuti o tramite associazione con altri alimenti. Gli antinutrienti possono essere eliminati con tecniche di cottura specifiche o con altri accorgimenti come l’ammollo, la levitazione naturale, la geminazione ecc.. Le carenze di una dieta vegetariana o vegana possono essere facilmente superati se ci si affida ad un nutrizionista esperto.

Copyright © 2108 by Italian Web - Web Agency Torino | Dott. Giuseppe Pelle Biologo Nutrizionista - P.IVA: 11402120015 CODICE FISCALE: PLLGPP87P24C722E